Questo sito web utilizza i cookies per gestire l'autenticazione, la navigazione e altre funzioni. Utilizzando il nostro sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookie.

Vedi la Cookie Policy del sito

Vedi e-Privacy Directive Documents (inglese)

You have declined cookies. This decision can be reversed.

Hai permesso l'utilizzo dei cookie per questo sito. La scelta può essere revocata.

Dalla crisi al benvivere - Gesualdi dialoga con Soncino

Il centinaio di persone che venerdì 23 novembre sono accorse alla Filanda per ascoltare Francesco Gesualdi sono sicuramente tornate alle proprie case con tante finestre aperte e con molte proposte pratiche.

Il tema era importante e complesso, come uscire dalla crisi di questi ultimi anni, e la fama che precedeva il relatore non si è fatta smentire: allievo di don Lorenzo Milani alla scuola di Barbiana, Francesco Gesualdi nella sua vita ha sempre saputo coniugare riflessione critica e azione pratica, dando il via alla storia del consumo responsabile in Italia e fondando il Centro Nuovo Modello di Sviluppo, attivo nella ricerca e nella proposta sui temi economici da quasi trent'anni.

 

Applicando il metodo appreso alla scuola di Barbiana, sviscerare a fondo le questioni senza dare nulla di scontato e ricercare possibili percorsi alternativi, Gesualdi ha affrontato il tema della crisi attuale andando alle sue radici, svelandone i meccanismi anche meno noti, e ha dedicato buona parte del suo intervento a proposte di vie d'uscita dalla situazione di stallo in cui ci troviamo immersi da diversi anni.

Responsabilità, partecipazione, relazione le caratteristiche necessarie per una società che decide di impegnarsi per un nuovo modello di sviluppo che punta al benvivere invece che al benessere attuale che si è ridotto a sinonimo di possedere: economia pubblica, sobrietà, lavoro comunitario, attenzione all'ambiente gli ingredienti di nuovi possibili percorsi che mettono al centro dell'economia la persona e non più i profitti, i diritti e non i privilegi.

Come ha detto lo stesso Gesualdi, non si tratta di ricette preconfezionate ma solo di proposte che devono essere discusse e affrontate dai cittadini per i quali dialogo e riflessione critica devono tornare al centro del proprio essere comunità.

Invito raccolto dai promotori della serata, GASoglio, gruppo di acquisto solidale di Soncino, e i circoli Acli e Argo, la cui collaborazione ha reso possibile questo momento di partecipazione e pensiero; GAsoglio, inoltre, si avvia a costituirsi in associazione nei prossimi mesi, dopo 4 anni dalla nascita del gruppo informale che cerca di applicare nei consumi quotidiani il concetto di solidarietà, tra i membri del gruppo, con i produttori e con l'ambiente.

Infografica GASoglio

GASoglio si incontra

GASoglio si incontra per riunioni periodiche ogni secondo giovedì del mese per confrontarsi, condividere scelte e informazioni e crescere insieme, presso la sede dell'Avis di Soncino (via Tinelli 11) alle ore 21.

Area riservata

Go to top